LO QUE ME GUSTA


"Lo que me gusta de tu cuerpo es el sexo. Lo que me gusta de tu sexo es la boca. Lo que me gusta de tu boca es la lengua. Lo que me gusta de tu lengua es la palabra."

Julio Cortàzar -



venerdì 6 maggio 2011

LA SERRATURA E IL BUCO



...e quando credi che nulla possa incendiarti così il cervello , non per le esperienze fatte ma per una sorta di "serena serenità da bella addormentata", quando credi che nulla possa entrare così spaccando, travolgendo, come un tir che vuol passare dalla cruna di un ago attraversando il  piano emotivo, mentale, emozionale e non solo fisico e amoroso.
... quando accade che ti si allarghino gli occhi e ti si apra il cuore e la mente  e ti salga il color porpora alle guance come se lui avesse lanciato manciate di polvere di melograno, quando accade che ti venga caldo e ti si apra il sorriso stupito e curioso così, come se lui l'avesse dipinto d'acrilico sulla tua faccia e ti sudano le mani alla scoperta di un mondo nuovo, nella tua conoscenza appena accennato, sentito raccontare, mai vissuto, immaginato, spaventevole come possono essere certe favole che ti fanno salire l'adrenalina, che le ascolti sotto le coperte immaginandone le ombre rotonde o allungate e i denti d'acciaio o porcellana scorrere sul muro ma che non vuoi smettere di sentire perchè ti fa godere  l'ipotalamo berle dalla sua voce di dentro e ti fa  venire l'acquolina in bocca.  
...quando  ti stupisci ancora di più perchè hai solo assaggiato con la punta della lingua una goccia di quel liquore stupefacente, di quell'assenzio fatto di batticuore e complicità e guardi col mento alzato quelle sue labbra che spesso adori e che baci , che si muovono come farfalle in racconti mentre ripercorri con gli occhi della fantasia le strade battute che hanno ancora nascoste in loro l'energia di quegli amplessi consumati e guardati, ostentati e inseguiti e entri nella sua testa come se un vortice ti risucchiasse, ti travolgesse buttandoti per aria e facendoti vorticosamente girare attorno al perno della sua esistenza d'uomo.
... quando tutto questo accade, le notti insonni ti paiono cieli stellati da non poter smettere di guardare e con gli occhi sgranati ti rannicchi dentro di lui come dentro un segreto sussurrato all'orecchio e appena svelato, appena accennato, è capisci chi è la chiave, chi è la volta, chi versa e riempie e infonde ...

Anna


3 commenti:

Bad Hands ha detto...

favolosa trama e ci hai associato un altra bella foto!

Aysedicartavelina ha detto...

.. è la trama di una notte in giro per la città ...
:-)
grazie dei complimenti

Bad Hands ha detto...

sei brava....
vengono spontanei!

tweet