LO QUE ME GUSTA


"Lo que me gusta de tu cuerpo es el sexo. Lo que me gusta de tu sexo es la boca. Lo que me gusta de tu boca es la lengua. Lo que me gusta de tu lengua es la palabra."

Julio Cortàzar -



giovedì 3 novembre 2011

LUNAZIONE DI NOVEMBRE


Lunazione della Nebbia: è tempo di atmosfere sfumate di contorni indefiniti… sotto questa lunazione nulla appare chiaro.
Può fare già molto freddo oppure le giornate sono ancora miti… può piovere a dirotto, oppure l’unica umidità è davvero quella delle nebbie mattutine e pomeridiane. 


L'incertezza e la variabilità sono le caratteristiche di questo periodo; la contraddittorietà delle ultime belle giornate è solo una breve illusione: la stagione è in rapido declino.
La nebbia ci avvolge e non ci permette di guardare lontano. Dobbiamo stare nel qui e ora e viaggiare lenti, proprio come dicono i cartelli sulle autostrade: IN CASO DI NEBBIA RIDURRE LA VELOCITA’!

Questo perché, se si vuol compiere un viaggio sicuro, è necessario adeguare il proprio movimento alle condizioni ambientali… altrimenti non si va da nessuna parte, si sbatte contro qualche ostacolo e si rimane appiedati…

Dunque il monito di questa lunazione è la prudenza.

Mentre la quiete ovattata delle nebbie rende tutto indistinto, nascosto, insondabile, cresce la voglia di raggomitolarci in una soffice culla ideale di nebbia cotonosa e di ascoltare il battito del nostro cuore, il nostro respiro… cresce la voglia di stare in noi stessi più che nel branco, la voglia di concederci tempo e attenzioni profonde per ritrovare il filo del nostro percorso.

La nebbia che ci impedisce di guardare fuori e lontano distoglie la nostra attenzione dalle tante distrazioni del mondo, guidando lo sguardo verso l’interno e vicino al nostro cuore: assecondare la nebbia è l’unico modo ora per camminare sicuri sul percorso che ci è assegnato.
Ma guardare vicino non è solo lentezza; è anche poter cogliere i dettagli, tenere conto delle piccole pietre e del muschio che incontriamo sul sentiero che stiamo percorrendo. È anche osservare i nostri piedi… il passo che hanno: quanto è sicuro il modo di poggiare, quanto hanno bisogno di riposare…

Guardare vicino ci fa scoprire di cosa abbiamo veramente bisogno prima di affrontare le fatiche della prossima Morte/Rinascita simbolica che avverrà con Samhain e Yule.

Guardare vicino significa rallentare la corsa per osservare il presente, i risultati finora consolidati, e godere del loro sapore.
Analogamente, in questo periodo cominciamo a godere delle conserve che abbiamo messo da parte al tempo del Raccolto… e cominciamo anche ad assaggiare il vino novello, accompagnandolo con alcuni fra i più deliziosi tra i frutti del bosco: le castagne.
Sono sapori decisi e forti con colori di terra, accesi e caldi come i colori delle foglie d'autunno. In questa stagione sono più i colori che non il Sole a scaldarci!

La lunazione della Nebbia non è tanto favorevole a produrre (per quanto spesso si sia costretti a farlo) ma è favorevole ad affilare gli strumenti che ci servirà ritrovare perfettamente funzionanti quando il cammino riprenderà velocità. Una volta, nelle campagne si riparavano e affilavano ben bene gli attrezzi prima di riporli in attesa delle nuove stagioni produttive.
Dunque, guardando dentro di noi, faremo uno sforzo per individuare le potenzialità oggettive di cui già disponiamo, quelle che sono da affinare e - con buona grazia - cercheremo di affrontare anche i nostri lati bui e le nostre difficoltà interiori, percorrendo il viaggio autunnale nell’Ombra, il nostro lato più intimo e oscuro.
Il cammino verso l’interno di sé potrà essere aiutato dalla divinazione con i nostri strumenti preferiti: le attività divinatorie sono favorite nel periodo oscuro di Samhain, la più interiore delle Feste della Ruota.
È questo anche il tempo in cui può essere più facile mettersi in contatto con le Creature del Mondo Fatato; il velo che occulta il Mondo Invisibile è più sottile in questa stagione e se conserviamo dentro di noi un po' di apertura e magia, potremmo anche vedere emergere dalle nebbie qualche creatura specialissima: Fate, Gnomi e Ninfe dei boschi amano l'autunno...
 La Luna della Nebbia 2010 inizia il suo percorso dalla Bilancia, un passaggio che attiene all'equilibrio interiore e alle necessità di rinforzare le attitudini decisionali, poi attraversa al primo quarto esatto il Capricorno, ottimo per lavorare sulla propria organizzazione materiale, mentre l'Esbat (la Luna Piena) cade sotto il segno del Toro e sono favorite le magie relative alla sfera sentimentale. In luna calante al primo quarto il Leone sovrintende a magie di guarigione per la schiena e il cuore. La Luna Nera transitante in Scorpione, invece, chiuderà la lunazione con un momento adatto a sigillare le operazioni magiche più segrete... 

Anna in malinconic autumn mode


4 commenti:

Bad Hands ha detto...

malinconica anna...
e pure molto prudente direi...

ma accidenti... io sono scorpione e non sono riusito bene a capire che mi succederà!!

Aysedicartavelina ha detto...

... agli scorpioni succederanno cose bellissime...
ai cancro nn si sa, la loro natura legata alle fase lunari li rende sempre in mutamento... a volte vuoti, a volte pieni ... a volte in crescendo e a volte, come ora.... malinconicamente in caduta libera ...

Bad Hands ha detto...

wow!! sono confortato!! per lo scorpione si intende...

Aysedicartavelina ha detto...

bello leggerti, oggi che sono di buon umore :-)))
sorrido ...

tweet